IO COLTIVO La nuova proposta di Meglio Legale per coltivare la cannabis a casa

IO COLTIVO La nuova proposta di Meglio Legale per coltivare la cannabis a casa

✍️La proposta di legge prevede quanto segue:
1. Autorizzare la coltivazione domestica di massimo 4 piante di Cannabis esclusivamente per uso personale.
2. Istaurare Associazioni di Coltivatori con l'obiettivo di coltivare e distribuire esclusivamente ai propri membri.
3. Legalizzare il possesso e il trasporto di massimo 30 grammi di Cannabis, eliminando le sanzioni amministrative attualmente in vigore.
4. Implementare un sistema con regole precise per garantire la legalità e la qualità del prodotto.

🌱Quanto si può coltivare?
Secondo l'articolo 2, comma 3 della proposta di legge, è consentito coltivare fino a un massimo di 4 piante femmina di cannabis per il consumo personale.

🇩🇪Come funziona in Germania?
Recentemente, il Consiglio dei ministri tedesco ha approvato una proposta di legge simile che mira a legalizzare la cannabis per uso ricreativo. Se la legge sarà attuata nei prossimi mesi, tutti i cittadini tedeschi di età superiore ai 18 anni potrebbero essere autorizzati a possedere fino a 25 grammi di cannabis e a coltivare fino a tre piante per uso personale.

SUPERARE IL PROIBIZIONISMO
Il proibizionismo non funziona ed è visibile su tre piani principali:
• Interesse collettivo
• Sistema giudiziario
• Sovraffollamento carcerario


👨🏻‍💼Il 33% dei detenuti è in carcere per reati legati alle sostanze stupefacenti, e di questo 33%, quasi il 60% è attribuibile alla cannabis.
La legalizzazione può contribuire alla lotta contro le mafie, poiché attualmente queste guadagnano quasi 7 miliardi di euro all'anno.

🖥️COME ADERIRE ALLA PROPOSTA
POPOLARE DI MEGLIO LEGALE?
Bisogna essere cittadini italiani maggiorenni, possedere lo Spid, andare sul sito www.iocoltivo.org
o al link in bio di Meglio Legale e seguire i passaggi.

👩🏻‍⚖️Poiché si tratta di un'iniziativa di legge popolare, secondo l'articolo 71 della Costituzione Italiana, è sufficiente raccogliere 50 mila firme da parte degli elettori per avviare la discussione in Parlamento.
Torna al blog