La Canapa nello Sport

La Canapa nello Sport

Cari Pazienti,

Oggi il Dottore vi parlerà dei benefici che si incontrano quando si unisce il mondo dello Sport e quello del CBD. Innanzitutto iniziamo a capire se è lecito dalla legge utilizzare tale sostanza durante la pratica dei nostri sport.

L’Agenzia Mondiale Anti-doping (World Anti-Doping Agency, WADA) ha inserito la Cannabis tra le sostanze proibite in tutti gli sport nel 2004. Le ragioni di questa scelta sono motivate soprattutto dagli effetti psicotropi del tetraidrocannabinolo (THC), il principale componente della Cannabis, che potrebbero influire sulle performance degli atleti.

Ma la Cannabis non è solo THC. Il CBD è un altro costituente fondamentale della Cannabis che, sebbene non induca effetti intossicanti, è conosciuto per le sue interessanti proprietà farmacologiche. Nel 2018 l’Agenzia Mondiale Anti-doping ha rimosso il Cannabidiolo (CBD) dalla lista delle sostanze proibite in ambito sportivo.

💚

In qualsiasi tipo di sport, il dolore e l’infiammazione sono quasi all’ordine del giorno. Molti sono i rimedi da poter utilizzare in questi casi, ma uno sportivo deve tener particolarmente conto degli effetti collaterali, nonché delle possibili restrizioni relative all’utilizzo di sostanze dopanti. Le proprietà analgesiche ed anti-infiammatorie del CBD sono note sin dagli anni ’80 del secolo scorso.

Il CBD esercita anche promettenti effetti analgesici, come dimostrato in diversi modelli di dolore infiammatorio e cronico, regolando la produzione di agenti proinfiammatori e interagendo con obiettivi coinvolti nella percezione del dolore.

Come tutte le persone, anche gli atleti sono esposti a situazioni che provocano ansia o paura ingiustificata. La gestione dell’ansia prima, durante e dopo una performance è di fondamentale importanza per gli atleti, per evitare di sviluppare disturbi d’ansia che possano diminuire le prestazioni ed incidere sul recupero.

In questi casi, il CBD potrebbe rivelarsi estremamente utile, grazie alle sue proprietà ansiolitiche, confermate da numerosi studi preclinici in diversi modelli animali di paura innata e di ansia da comportamento.

🏃

La commozione cerebrale correlata allo sport è una lesione comune in alcuni tipi di atleti ed è considerata un tipo lieve di lesione cerebrale traumatica. Gli individui in stato di commozione cerebrale possono sviluppare segni e sintomi acuti (affaticamento, vertigini, mal di testa, irritabilità, compromissione della memoria, difficoltà di concentrazione) che, in molti casi, possono risolversi spontaneamente dopo un periodo di riposo.

Recentemente, studi su animali da laboratorio hanno dimostrato che il trattamento ripetuto con olio di CBD esercita effetti benefici sulle disfunzioni comportamentali (dolore, aggressività, comportamento depressivo) associate alle lesioni cerebrale traumatiche.

Come vedete i benefici del CBD non sono pochi e aiutano la pratica sia di un’attività professionista che non.  Se desiderate valutare dei prodotti potete trovare il nostro shop qui (https://dottorcanapa.it/collections/all) oppure potete contattarci per ogni domanda.
Torna al blog